Serie A, orrende minacce al presidente del Lecce

La giornata di oggi è stata piena di trattative e mercato ma anche di un bruttissimo fatto di cronaca che arriva direttamente da Lecce dove il Presidente del club pugliese Saverio Sticchi Damiani ha ricevuto pesantissime minacce personali con modalità di stampo mafioso ma ormai utilizzate anche per faccende private.

Eurosport riporta le notizie provenienti da varie testate che parlano di due teste di maiale, dentro una busta di carta, piazzate una davanti all’abitazione personale dell’avvocato e una davanti al suo ufficio.

 La Polizia di Stato e la Digos stanno ancora indagando ma questi fatti non sono nuovi a Lecce dove qualche tempo fa anche un altro socio della società salentina, Luciano Barbetta noto imprenditore tessile era stato vittima di minacce dopo aver ricevuto una lettera dagli ovvi contenuti intimidatori.

Questo il breve comunicato riportato sul sito del Lecce:

“L’U.S. Lecce i soci, i dirigenti i collaboratori, lo staff tecnico e i calciatori tutti nel condannare fermamente il vile gesto intimidatorio esprimono la propria vicinanza e solidarietà al Presidente Saverio Sticchi Damiani vero esempio di rettitudine e alta moralità in campo e fuori. Al Presidente serio professionista e punto di riferimento dagli alti valori umani per ognuno di noi sentiamo di rinnovare oggi più che mai i nostri attestati di stima e sentimenti di vicinanza umana”.