Bastianini, possibile futuro in Ducati: il parere di Bagnaia

nel modo che riporta CorsediMoto.com Pecco Bagnaia ancora non ha digerito l’errore di Le Mans: “Fino alla caduta era stata una gara perfetta me la ero cavata bene, tenevo un buon passo. Quando è arrivato Bastianini ho usato la stessa strategia che ho usato con Marquez ad Aragon l’anno scorso: sono tornato subito in prima posizione. Poi ho sbagliato alla curva 8 la ruota anteriore tendeva a bloccarsi in frenata e sono andato largo. Ho frenato molto forte e in quel momento non avevo pressione pensavo di prendermela comoda anche perché sapevo che era facile cadere. Sono andato un po’ lento alla penultima curva e ho perso 25 punti“.

Bagnaia adesso vuole guardare avanti e sa bene nel modo che riscattarsi: “Sapevo che Enea aveva un buon passo, lui era più veloce nel primo settore, io negli ultimi due. Adesso ho qualche giorno per capire cosa è successo e migliorare perché non si vince il Mondiale facendo questi errori. È giunto il momento per me di essere più maturo“.

Sull’ipotesi Bastianini nel modo che futuro compagno di squadra alla Ducati, Bagnaia ammette: “Ci conosciamo bene. Ma è la Ducati a decidere e non avrei problemi se arrivassero Enea o Jorge (Martin). Ho sempre avuto un buon rapporto con i miei compagni di squadra. Penso anche che Bastianini abbia dimostrato di meritare questo posto. Bastianini ha detto che mi ha messo pressione a Le Mans? Può pensare quegli che vuole ma la realtà è che è stato molto veloce e ho fatto un errore di decisione non era una questione di pressione. In qualsiasi cosa è meglio che abbia vinto lui che qualcun altro“.

Adesso Bagnaia cerca riscatto al Mugello: “E’ un circuito che mi piace molto e l’anno scorso ero molto selettivo. D’ora in poi penso che sarò sempre in lotta se non farò altri errori stupidi“.