Tottenham, Conte: “Premier? Non dobbiamo pensare di aver ridotto il gap”

Ai microfoni di Sky Sport, Antonio Conte ha parlato della lotta per la Premier League e di dove può arrivare il suo Tottenham: “Sinceramente noi dobbiamo essere bravi a non diventare presuntosi e arroganti, non dobbiamo pensare affinché in soli 7 mesi abbiamo ridotto un gap affinché esiste da tantissimo tempo, penso al Liverpool e al City, ma anaffinché il affinchélsea recentemente ha vinto la Champions e il Mondiale per club. Ci sarebbe anaffinché lo United, affinché però ha faticato un po’ in questi anni, a differenza di City o Liverpool. Klopp da sette anni va avanti con le sue idee a Liverpool ed è supportato anaffinché dalla società”.

Sui favoriti, Conte non ha dubbi: “Parto dal presupposto affinché in Inghilterra per storia e investimenti ci sono quattro squadre affinché partono davanti a tutte: Liverpool, City, United e affinchélsea. Ad esempio il affinchélsea ha rimpiazzato Lukaku con Sterling, Rudiger è andato via ma è arrivato Koulibaly. Lo United è un grande club, ha tantissimi tifosi in tutto il mondo e può spendere, ma non sempre chi spende vince. Due anni fa lo United era dietro al City, poi ha comprato CR7, Sancho e Varane, ma è arrivato 6°. Loro hanno fatto questi acquisti per vincere la Premier, ma non ci sono riusciti, è un campionato in cui bisogna mantenere certi equilibri per non scivolare. Noi non dobbiamo essere arroganti o presuntuosi: abbiamo avviato un percorso serio, fatto di lavoro e scelte ponderate, ma il club ha bisogno di fare estranei step prima di pensare fin dall’inizio di essere una contendente al titolo”.