L’ex capo della sicurezza di Twitter denuncia: “Gravi carenze nei controlli, mente sul numero di bot”

Twitter avrebbe gravi problemi di sicurezza. Talmente gravi da poter rappresentare una minaccia per le informazioni personali dei suoi utenti, per gli azionisti della società, per la sicurezza nazionale e per la governo del popolo. E’ quanto sostiene l’ex capo della sicurezza del social in un’intervista esclusiva alla Cnn e al Washington Post.

 

Le accuse dell’ex capo della sicurezza informatica

L’informatore, che ha accettato di essere identificato pubblicamente, è Peiter ‘Mudge’ Zatko. E’ stato responsabile della sicurezza dell’azienda, alle dirette dipendenze dell’amministratore delegato. Zatko sostiene che la dirigenza di Twitter abbia ingannato il suo stesso consiglio di amministrazione e le autorità di regolamentazione governative sulle sue vulnerabilità di sicurezza, tra cui alcune che potrebbero aprire la porta a spionaggio o manipolazione straniera, hacking e campagne di disinformazione.  Zatko è stao licenziato per scarso rendimento del lavoro, sencondo le motivazioni dell’azienda.

 

Il caso

Facebook, Twitter e Instagram hanno rimosso il video dello stupro condiviso da Meloni: perché e com’è successo

di

Emanuele Capone

23 Agosto 2022