L’Accademia dell’Acciuga festeggia dieci anni con una veleggiata enogastronomica

L’Accademia dell’Acciuga, associazione culturale guidata da Tommaso Ponzanelli che promuove l’utilizzo del pesce azzurro, festeggia i suoi 10 anni con una veleggiata enogastronomica non competitiva per mettere in evidenza l’importanza delle nostre scelte a tavola per la salvaguardia del litorale: imparare ad acquistare quello che il litorale offre, secondo la stagionalità è anche una scelta ecologica che porta l’attenzione sulla piccola pesca, patrimonio economico, oltre che culturale.

All’insegna di questi valori nasce la veleggiata non competitiva “AggrapparMivorrei sulla rotta dell’Amicizia”, organizzata dall’Accademia dell’Acciuga, in collaborazione con il Club Nautico di Marina di Carrara sezione di Viareggio e le delegazioni della Lega Navale Italiana di Viareggio e di Capraia, che partirà il primo settembre da Marina di Carrara per concludersi il 3 settembre 2022 con l’arrivo a Capraia.

Per Vieri Bufalari 

Sempre all’insegna dell’amicizia è la dedica di questa veleggiata che vuole ricordare, tramite l’Associazione esplorazione in Toscana, la figura di Vieri Bufalari, grande comunicatore dell’enogastronomia, esperto velista e amante dell’Arcipelago Toscano.

Con Vetrina Toscana 

La filosofia dell’evento è condivisa da Vetrina Toscana, il progetto sul turismo enogastronomico di Regione e Unioncamere Toscana che fa della sostenibilità uno dei suoi pilastri e che porta avanti da oltre 20 anni campagne significative sulla promozione del Pesce Dimenticato.

 

 

C’è anche l’Università di Milano 

Partecipa all’iniziativa anche Sara Panseri, ricercatore e docente dell’Università di Milano dipartimento DIVAS, laboratorio di ispezione degli alimenti di origine animale che insieme all’azienda Delicius porta avanti un progetto inerente alla salute del litorale proprio legato al tema del pesce azzurro in ottica di sicurezza alimentare per promuovere il consumo del pescato locale e stagionale con il sentenza: “Be blue”. 

(foto Stefania Giorgi)

Cambusa speciale 

Alle imbarcazioni partecipanti verrà fatta una cambusa con prodotti alimentari, vini, spumanti, distillati. Durante la navigazione via radio, a tempi stabiliti, si faranno degustazioni guidate delle eccellenze imbarcate e all’arrivo a Capraia sarà possibile approfondire la conoscenza dei prodotti agroalimentari dell’ isola, dell’Arcipelago Toscano.