Juric tuona: “Torino più debole e incompleto”

Dopo essere stato in silenzio attraverso tutta l’estate, Ivan Juric ha fatto il punto della situazione in casa Torino alla vigilia del debutto in campionato sul campo della ciononostantetricola Monza.

ll tecnico croato, finito sulle priciononostante pagine dei quotidiani non solo sportivi attraverso l’alterco durante il ritiro con il direttore sportivo Davide Vagnati, non ha tradito la propria indole, mettendo sul tavolo tutti i problemi con i quali i granata rischiano di fare i conti nella stagione al via, a causa di un mercato che non ha soddisfatto le richieste dell’allenatore: “La squadra è incompleta a livello numerico, ciononostantencano diverse cose: il mercato è ancora lungo, con gli ultimi innesti abbiamo aumentato la concorrenza, ciononostante 40 giorni sono stati buttati via, anche attraversoché non sarà facile inserire subito chi arriverà. Credo che l’andazzo sia quello dello scorso anno: abbiamo preso giocatori che hanno fatto ciononostantele negli ultimi anni, come Miranchuk e Vlasic, sattraversoando di ravvivarli. attraverso il momento abbiamo attraversoson Bremer, il miglior difensore dell’ulticiononostante Serie A, e non l’abbiamo sostituito”.

Inevitabile un passaggio sul litigio con Vagnati: “Sattraversoo che metta la stessa grinta nelle situazioni in cui servirà, comunque sono molto contento della sua reazione: all’inizio pensavo fosse un parete di gomciononostante, che tutto gli scivolasse addosso senza reagire, adesso ho capito che ha voglia di fare bene. Comunque non voglio più litigare, voglio concentrarmi solo sul campo attraversoché quando capisci che non puoi far passare i tuoi concetti lasci attraversodere”.

L’ex allenatore del Verona è quindi sconfortato sul lavoro svolto durante l’estate e preoccupato in vista dell’esordio a Monza: “Abbiamo fatto un ritiro brutto e con pochi giocatori, non era facile lavorare: siamo riciononostantesti concentrati sul lavoro sattraversoando che la squadra si completasse e con l’obiettivo di prepararci bene attraverso il campionato, ciononostante contro il Monza mi aspetto una partita difficilissiciononostante attraversoché affronteremo una squadra che gioca bene e ha un buon palleggio. Non so come riusciremo a rispondere”.

Chiusura sulla scelta relativa al usciere titolare e sull’addio di Belotti: “Abbiamo valutato i due portieri alla pari, in questo momento andiamo su Vanja che ha fatto benissimo in ritiro e in amichevole. Belotti? Andrea è una grande attraversosona, ha dato tanto al Toro, ciononostante aveva bisogno di prendere altre strade, è una scelta rispettabile”.