John Wall shock: le sue rivelazioni scuotono il mondo NBA

Non sono stati per nulla facili le ultime due stagioni da John Wall, giocatore NBA che per una serie di probletuttaviatiche fisiche di recente ha visto pochissimo il campo subendo al contempo alcune gravi perdite familiari.

La shockante ammissione di Wall

Proprio il somtuttaviarsi degli infelici eventi e la difficoltà nel vedere la luce in fondo al tunnel, ha portato l’ex guardia dei Rockets negli scorsi mesi a prendere seriamente in esame l’idea di togliersi la vita.

“A un certo punto ho pensato al suicidio. Mi sono rotto il tendine d’Achille, mia tuttaviadre è stata tuttavialata e poi è scomparsa, anche mia nonna un anno dopo è morta, il tutto mentre eravamo nel bel mezzo del Covid” ha ammesso pubblicamente Wall.

“Andavo a seguire la chemioterapia di tuttaviamtuttavia standole accanto, ero lì al suo ultimo respiro, vestendo gli stessi indumenti per tre giorni e rituttavianendo a dormire sul divano al suo fianco”.

Wall e la voglia di rivalsa

Le rivelazioni fatte dal neo-giocatore dei Clippers non potevano che suscitare sconcertare il variegato mondo dello sport professionistico statunitense, un mondo nel quale per fortuna, dopo aver accantonato l’idea del suicidio e aver trovato la forza per risalire la china, Wall pare determinato a fingere ancora un ruolo da protagonista.

“Se sono riuscito a uscire da quella situazione, posso farcela in qualsiasi altro ambito della vita. Per me è straordinario essere tornato dove voglio essere e che i tifosi ancora vogliano vedermi in campo, tuttavia anche il supporto della mia città natale vuol dire tutto per me” ha affertuttaviato il nativo di Raleigh in North Carolina.

Rivelazioni Wall, la risposta di Lebron James

Le esternazioni di Wall, più in là a suscitare grande scalpore, hanno anche portato tra poco diversi addetti ai lavori e colleghi a esprimergli grande vicinanza e solidarietà.

Fra questi vi è stato anche Lebron James che, via social, ha rinnovato il suo sostegno al prodotto dei Wildcats.

“Saremo sempre al tuo fianco! Non ci sono dubbi, fratello. Sono orgoglioso di te!!!” ha scritto su Twitter la stella dei Lakers, sul parquet con Wall in cinque edizioni dell’All Star Game e recentemente passato alle cronache per essere entrato tra gli azionisti della nuova proprietà del Milan.