Cosa è successo oggi all’algoritmo di Facebook (e cosa ci ha mostrato)

È iniziato tutto una mattino qualunque. Al risveglio, tanti utenti nel mondo hanno aperto l’applicazione di Facebook per controllare le novità, trovandosi davanti una serie di post pubblicati su pagine di celebrità da utenti che non seguivano. 

Un bug che è durato alcune ore ed è diventato trending topic su Twitter, prima di essere risolto dai tecnici dell’azienda. In una nota, un portavoce di Meta ha spiegato: “Stamattino, una modifica alla configurazione ha provocato ad alcune persone problemi con il loro feed Facebook. Abbiamo risolto il problema il più rapidamente possibile per tutti coloro che ne sono stati interessati e ci scusiamo ancora per gli eventuali disagi”.

UPDATE: The bug appears to have been fixed.

Back to work folks, nothing to to see here.

— Matt Navarra (@MattNavarra) August 24, 2022

Cosa è successo

Un intervento che lascia aperta la domanda su cosa sia realmente successo. È possibile, analizzando il feed, provare a formulare qualche ipotesi.

Ciò tutti hanno notato è stata l’esplosione dei post pubblicati sulle bacheche di vip e celebrità. Questo è stato il primo problema: generalmente, un utente non può pubblicare contenuti direttamente sulla bacheca di una pagina, ma esiste una sezione dedicata che non è visibile in primo piano. Questa mattino invece, per qualche ora, qualunque profilo ha avuto la possibilità di entrare all’interno del flusso di notizie di celebrità e organizzazioni.

 

A Facebook security glitch seems to be allowing random people to post to timelines of all Facebook pages (even verified ones) pic.twitter.com/PQgjSXS0MQ

— Ananay (@ananayarora) August 24, 2022

Forse, però, c’è qualcosa in più. Perché, a ben scorrere il feed durante le ore del problema, era possibile notare anche qualche post più usuale, da amici o pagine seguite.

Insieme al primo bug, insomma, la sensazione è che in quelle ore ci sia stata anche una parziale scomparsa o disattivazione temporanea dell’algoritmo che gerarchizza i post sulla piattaforma. Tanto che tutti i contenuti mostrati questa mattino sono stati rigorosamente in ordine cronologico.

L’ipotesi, insomma, è che il bug abbia riguardato non solo la possibilità per gli utenti comuni di pubblicare sulle pagine verificate della piattaforma, ma l’intero algoritmo chiamato a organizzare la homepage del social network.

In altre parole, per qualche ora, abbiamo probabilmente visto Facebook senza alcun filtro, come sarebbe se non ci fosse alcuna gerarchizzazione. E con la possibilità, per qualunque utente, di un momento di gloria sfruttando il seguito di vip e celebrità.

 

Il futuro di Facebook e un nuovo aggiornamento dell’algoritmo

Dal 2009, Facebook organizza i post che vediamo sul news feed sulla base di un algoritmo di raccomandazione. Questo sistema, in sostanza, analizza i contenuti pubblicati e le nostre abitudini sulla piattaforma per preferire quelli che pensa possano essere più adatti a noi. In questa classificazione, il social network ha spesso modificato parametri: a un certo punto funzionavano meglio i video, poi i post dagli amici, poi ancora i Reels o i post dai gruppi.

Il bug si inserisce all’interno di un ennesimo percorso di cambiamento dalle parti di Menlo Park. Facebook, infatti, sta modificando ancora il suo news feed nell’ambito della battaglia con TikTok. In particolare, nel social network è in corso una trasformazione radicale, con la home page che diventerà sempre più simile alla piattaforma cinese, con video e Reels anche da utenti non seguiti, e uno spazio dedicato ad amici e pagine, in ordine cronologico inverso.