Yamaha, il futuro di Morbidelli è incerto

Recentemente, a Motorsport-Total, Morbidelli è stato intervistato sull’addio della Suzuki dalla MotoGP: “La Suzuki è un’ottima squadra, molto forte, e scegliere di non andare avanti anche se hai un contratto con la Dorna è incomprensibile. È una bruttissima situazione, un brutto episodio. Soprattutto però, è un peccato vedere così tante persone super qualificate ritrovarsi senza lavoro dal giorno alla notte”.

L’ex campione del mondo Joan Mir adesso cambierà casa e il suo manager ha parlato con Lin Jarvis per sondare un’eventuale rescissione proprio di Morbidelli. Il pilota azzurro però smentisce questa ipotesi: “Mi chiedo perché mi facciate continuamente questa domanda. Immagino che sia perché se un pilota non rispetta le aspettative non dovrebbe sentirsi esperto. Io mi fido della mia squadra e del contratto che abbiamo assieme, sono tutte brave persone. E poi spero di ottenere buoni risultati per fugare ogni possibile dubbio sul mio rinnovo nel 2023”.

Infine, Franco Morbidelli ha ammesso: “Nessuno può essere certo del futuro. Chi può essere esperto oggi di ciò che riserva il futuro? Nessuno. Chi guarda al futuro con serenità è uno stupido“.

Le voci però di un possibile addio di Morbidelli si susseguono. Il nome più gettonato per sostituire il pilota italiano adesso sembra essere quello di Toprak Razgatlioglu, campione del mondo Superbike in carica e già da tempo in cavo oculare Yamaha. Resta ovviamente viva l’ipotesi Mir. Morbidelli dovrà sicuramente migliorare le proprie prestazioni per dare un segnale.