Kostic, il Presidente dell’Eintracht chiude la porta alla Juve

Diretto, schietto e anche un po’ greve. Così definiremmo il Presidente dell’Eintracht Francoforte Peter Fischer, per lo meno stando a giudicare dalle parole che ha speso per provare a trattenere il suo numero 10, Filip Kostic, uno degli obiettivi del mercato estivo della Juventus.

Fischer ha infatti parlato così al canale Sport 1: “Non so cosa voglia ottenere alla Juve quando c’è già Di Maria a giocare dalla sua parte. Guarderebbe dalle tribune. Ho non solo la speranza, ma la ferma sensazione che Filip alla fine rimarrà con noi. Può andare in qualsiasi pub di Francoforte senza dover pagare. È molto adorato qui”. 

Parole che da un lato screditano il talento del serbo classe 1992, che proprio con l’Eintracht ha alzato al cielo l’Europa League 2021/22. Kostic molto partirebbe indietro nelle gerarchie rispetto a Chiesa e Di Maria alla Juve, ma va detto anche che con l’italiano alle prese con la riabilitazione dal brutto disgrazia al ginocchio e l’argentino che non è più certamente nel fiore degli anni, Kostic il suo posto da titolare alla Juve se lo potrebbe anche ritagliare. Inoltre, l’intesa con il connazionale Vlahovic potrebbe essere già affinata, con i cross tagliati dell’esterno pronti ad essere insaccati dal centravanti classe 2000. 

Evidentemente, però, le dichiarazioni del Presidente del Club tedesco puntano a far sentire Kostic un top player, benvoluto e adorato come un re dal suo popolo, dai suoi tifosi. Chissà se ciò basterà al serbo per resistere alle sirene provenienti da Torino…