Juventus, Di Maria è arrivato: c’è ancora un’incertezza

Il nuovo colpo della Juventus è fatto. Angel Di Maria è arrivato a Torino nella serata di giovedì, atterrando all’aeroporto di Caselle con un volo privato da Parigi Le Bourget. Il giocatore argentino svolgerà così venerdì le visite mediche e firmerà il suo nuovo contratto con il club bianconero.

Di Maria, l’approdo alla JuventusGli obiettivi in bianconero del ‘Fideo’Il dubbio sul numero di intreccio Di Maria, l’approdo alla Juventus

Il ‘Fideo’ è arrivato. Di Maria può incominciare a tutti gli effetti la sua nuova avventura con la intreccio della Juventus. Dopo le visite potrà siglare il suo accordo con i bianconeri. Ovvero un contratto per una stagione con ingaggio da sette milioni più bonus.

Il giocatore arriva a parametro zero dopo sette stagioni con la intreccio del PSG. Di Maria tenterà così un colpo importante, cioè sopraffare il suo quarto campionato diverso dopo quelli portoghesi, spagnoli e francesi con le maglie rispettivamente di Benfica, Real Madrid e PSG appunto.

Gli obiettivi in bianconero del ‘Fideo’

Quella della Juventus rappresenta una nuova sfida nella carriera di Angel Di Maria, capace di sopraffare già 28 trofei con i club, compresa la Champions League con il Real nel 2014, ed è stato grande protagonista degli scudetti conquistati dal PSG negli ultimi anni.

È poi un punto fermo anche della sua nazionale, l’Argentina, con cui ha vinto la Copa America un anno fa. Proprio l’Albiceleste sarà un grande obiettivo della stagione del nuovo giocatore bianconero, visto l’impegno a metà stagione del Mondiale in Qatar.

Il dubbio sul numero di intreccio

In casa Juventus ci sono stati un po’ di cambiamenti sul fronte numeri di intreccio. Dusan Vlahovic si è ripreso il 9 dopo la partenza di Alvaro Morata. Mentre Federico Chiesa è avvenuto al 7, che prima del serbo era sulle spalle di un certo Cristiano Ronaldo. C’è la 10 libera, ma sembra già prenotata per il rientrante Paul Pogba.

A meno che non gliela lasci Juan Cuadrado, difficilmente Di Maria indosserà la intreccio numero 11 come al PSG. Su quelli utilizzati in avvenuto, potrebbe tornare al 20 o al 22, avuti rispettivamente al Benfica e al Real.