UNA RAGAZZA E IL SUO SOGNO/ Su Italia 1 il film spensierato ma “con parole forti”

Una nota per i genitori: dovete sapere che il film Una ragazza e il suo sogno è spensierato e divertente, ma contiene anche parole forti (esempio:”puttana”)e temi che circondano l’illegittimità, il divorzio e le relazioni padre-figlia. Contiene anche una buona dose di riferimenti a prodotti di fascia alta (Gucci, Prada, Rolls-Royce, ecc.) e loghi per articoli come Virgin Atlantic, Tropicana e Coco Puffs. Il consumo di alcolici è visibile durante i pasti e gli eventi sociali. Si verificano anche occasionali spinte e pugni. Ci sono alcuni flirt inappropriati e riferimenti ai genitali di un uomo.

Una ragazza e il suo sogno su Italia 1

Una ragazza e il suo sogno va in onda oggi, venerdì 2 luglio, su Italia 1 a partire dalle ore 21:20. Si tratta di una commedia romantica del 2013, del regista Dennie Gordon, con Amanda Bynes. Si tratta di un film adatto al mondo dei ragazzi, soprattutto quelli molto giovani, anche perché costruito in maniera abbastanza approssimativa e con una storia che lascia molti punti interrogativi in piedi. Quello che stupisce è come la produzione abbia pensato di poter regalare al pubblico un’opera del genere, incompleta e costruita in maniera decisamente approssimativa. Quello che alla fine conquista gli spettatori, soprattutto quelli americani, è la presenza di un paio di star pronte a spostare l’opinione sul giudizio finale.

Una ragazza e il suo sogno, la trama del film

Ora andiamo a leggere la trama di Una ragazza e il suo sogno. Daphne Reynolds (Amanda Bynes), una ragazza diciassettenne di New York City si reca in Inghilterra alla ricerca di suo padre, che non sa di aver avuto un figlio con una fidanzata americana che ha incontrato mentre lavorava in Marocco, e la cui famiglia aristocratica non approvava la donna. Daphne Reynolds (Amanda Bynes), una diciassettenne americana dallo spirito libero, cresciuta dalla madre, altrettanto libera, Libby Reynolds (Kelly Preston), si reca in Inghilterra per stabilire una relazione con suo padre, Lord Henry Dashwood (Colin Firth), che risulta essere una figura politica di spicco fortemente coinvolta nei costumi sociali.

Daphne deve cercare di adattarsi ai requisiti sociali che le vengono richiesti, conoscendo anche suo padre, trattando con la sua altra figlia e mantenendo la propria identità. Anche se Daphne ha passato tutta la vita a pensare di incontrare suo padre, ci sono alcuni dettagli che non ha considerato. Come il modo in cui la fidanzata glaciale di Henry e la futura figliastra altrettanto gelida potrebbero reagire alla sua intrusione nelle loro vite pianificate con tanta cura. O quello che potrebbe fare l’”amico intrigante” di Henry, Alistair Payne, quel vile socio che ha rotto i suoi genitori. O come lei, una newyorkese relativamente sgraziata, potrebbe inserirsi nell’aristocrazia britannica se suo padre la prendesse sotto la sua ala protettrice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA