Bollettino coronavirus ministero salute 6 luglio/ 480 casi ma tamponi in picchiata

E’ martedì 6 luglio 2021, secondo giorno della settimana e altra giornata in cui scopriremo il bollettino coronavirus del ministero della salute. L’appuntamento è sempre lo stesso, quello delle ore 17:00 circa, in cui appunto analizzeremo tutti gli ultimi dati, a cominciare da quelli più significativi come i nuovi contagi, la situazione ospedaliera e le vittime. Prima di addentrarci nel vivo dei nuovi numeri, rivediamo brevemente il bollettino di ieri, quando i contagi emersi sono stati 480 su 74.649 tamponi processati (sia antigenici quanto molecolari).

Anche ieri si sono registrati dei morti, ma il numero continua a mantenersi su livelli bassi, leggasi altre 31 vittime (di cui 10 riferite ai mesi precedenti), mentre a livello ospedaliero, si segnala un ulteriore calo di pazienti, sia in terapia intensiva, dove attualmente vi sono 191 ricoverati (meno 6) sia in degenza ordinaria, dove invece i contagiati sono al momento 1.337 (meno 27). Infine, segnaliamo i 51 contagi comunicati ieri dalla regione Lombardia (qui il bollettino completo di ieri).

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 6 LUGLIO: SULLE DISCOTECHE TUTTO TACE

Numeri sempre positivi quindi, ma le discoteche e le sale da ballo continuano a non avere una data di riapertura, nonostante l’estate stia proseguendo. A riguardo ne ha parlato Filippo Grassi, responsabile nazionale del comparto discoteche di Fiepet Confesercenti, che ha sottolineato come l’incertezza regni sovrana: “Ci avevano promesso che si stava lavorando per far ripartire discoteche e locali da ballo il primo luglio. Oggi siamo al 5, e sulle riaperture promesse registriamo solo un inquietante silenzio”, le parole riportate ieri da SkyTg24.it.

“L’Italia è ormai praticamente tutta in zona bianca – ha proseguito nel suo sfogo lecito – con la ripartenza di tutte le attività tranne le discoteche. Una situazione di stallo che incide pesantemente sulla fiducia degli imprenditori, che hanno preso per buona la data del primo luglio e hanno investito nella sicurezza dei locali, senza risultati. Non solo: il silenzio sulla riapertura delle discoteche mette a rischio anche la salute pubblica che, a parole, si vuole tutelare. Basta leggere i giornali: privati dei locali da ballo, i giovani si assembrano abusivamente sulle spiagge, in case private, persino nei garage. Locali spesso inadatti ad ospitare qualsiasi tipo di evento perchè privi anche di sistemi di sicurezza di base, e di certo de tutto impreparati a seguire le norme anti-Covid. Un caos imbarazzante, su cui ci aspettiamo un intervento urgente da parte del governo”.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 5 LUGLIO

#Bollettino di #MinisteroSalute con i #dati di #coronavirus di oggi 5 Luglio 2021 pic.twitter.com/uTFtKu5OZt

— ilSussidiario (@ilsussidiario) July 5, 2021

© RIPRODUZIONE RISERVATA