Bollettino coronavirus Lombardia dati 5 luglio/ Meno di 250 pazienti covid ricoverati

Continuano ad essere stabili e tendenti al ribasso i contagiati in Lombardia, così come si è appreso dal report di ieri, e così come sarà quasi sicuramente anche per quanto riguarda il bollettino coronavirus di oggi, lunedì 5 luglio 2021, aggiornato come sempre dopo le 17:30. La regione che è stata maggiormente colpita dall’infezione ha comunicato ieri 131 nuovi casi di positività su 25.866 tamponi processati, per un tasso di positività pari allo 0.5%, in linea con la media nazionale.

Nelle scorse 24 ore si è registrato un solo morto da covid (totale dal febbraio 2020, 33.786), mentre gli attualmente positivi in regione sono 8.976, in calo di 478 unità. Negli ospedali vi sono ad oggi 44 pazienti gravi, quelli ricoverati in terapia intensiva (-1), mentre in degenza normale si scende dopo mesi sotto quota 200, per l’esattezza 195 grazie ai 13 posti letto liberati come da ultimo report. Infine, a livello provinciale, si segnalano 53 nuovi contagi in quel di Milano e provincia, con 15 nel lodigiano e 12 in quel di Monza e Brianza.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 5 LUGLIO: SLITTANO I VACCINI AI PIÙ GIOVANI

Continuano ad essere positivi quindi i numeri della Lombardia, merito anche di una campagna di vaccinazione che sta andando a gonfie vele ma che negli ultimi giorni deve un po’ rallentare causa invio di meno dosi. Anche per questo la somministrazione del vaccino ai più giovani, quelli dai 12 anni in su, dovrà slittare obbligatoriamente, così come annunciato ieri dalla vicepresidente della regione Lombardia, assessore al welfare, Letizia Moratti: «Slittano al 23 agosto i vaccini per i giovanissimi, dai 12 ai 18 anni per la mancanza delle forniture».

La situazione dovrebbe comunque tornare alla normalità dal mese di agosto, visto che fra meno di un mese dovrebbero giungere «un milione di dosi, di cui il 60% Pfizer e il 40 Moderna». Ad oggi gli under 19 lombardi che sono stati vaccinati con la prima dose sono quasi 747 mila, pari al 16.14% del totale, mentre coloro che hanno già completato il ciclo vaccinale sono 136mila (2.94%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA