Bollettino coronavirus Lombardia, dati 20 giugno/ Meno di 500 pazienti ricoverati

E’ tutto pronto per il nuovo bollettino coronavirus della Lombardia di oggi, domenica 20 giugno, ultimo giorno della settimana. Anche nelle prossime ore, quindi, daremo uno sguardo ai vari dati legati alla curva pandemica, a cominciare dai nuovi contagi, passando per i morti e arrivando fino ai ricoveri ospedalieri. Dati positivi da un paio di mesi ormai a questa parte, così come confermato anche dal bollettino di ieri, quando i nuovi contagi comunicati sono stati 183 su 43.430 tamponi anti covid testati (sia molecolari che antigenici come sempre).

Anche nelle scorse 24 ore la regione ha purtroppo comunicato dei morti, in totale 3 (da febbraio 2020 i decessi sono stati 33.751) mentre negli ospedali si è verificato l’ennesimo calo di posti letto occupati: 11 in meno in terapia intensiva (dove al momento vi sono in totale 80 pazienti), e altri 25 nei reparti di degenza ordinaria (totale ricoveri pari a 402. Dati quindi positivi che permettono una degna chiusura di settimana.

BOLLETTINO CORONAVIRUS LOMBARDIA, DATI 20 GIUGNO: ARRIVA IL BRAN MADE IN LOMBARDY

Numeri positivi quelli della Lombardia e che permettono di guardare alla stagione turistica locale, ormai iniziata, con estremo ottimismo. E per rilanciare il brand Lombardia nel mondo, è stato svelato “Made in Lombardy”, che si sofferma in particolare sull’enoturismo. «Non può che essere il vino uno degli elementi in grado di rilanciare il turismo dei nostri territori. È il prodotto più identificativo e che meglio sa raccontare la storia dell’intera Lombardia come accade in tutta Italia», è il commento all’iniziativa di Angelo Ciocca, europarlamentare e membro della Commissione Agricoltura a Bruxelles.

«L’enogastronomia – ha sottolineato Ciocca – sarà uno dei principali motivi di attrazione dei flussi turistici post Covid. E la Regione Lombardia vuole essere pronta a intercettare queste opportunità. Vigneti e cantine sono luoghi ideali per passare giornate all’aperto e in totale sicurezza. La Lombardia in Italia e nel mondo si sta confermando sempre più come una straordinaria regione vitivinicola».

© RIPRODUZIONE RISERVATA