autobomba in base militare, 36 feriti

Gravissimo attentato terroristico avvenuto nelle scorse ore in Colombia, dove è stata fatta esplodere un’autobomba in una base militare. L’attacco si è verificato nella città di Cucuta, nel nord est della nazione sudamericana, ed ha causato 36 feriti di alcuni alcuni molto gravi, di conseguenza il bollettino rischia di essere solo parziale. Diego Molano, il ministro della difesa colombiano, ha parlato di attentato da parte dei guerriglieri dell’Esercito di Liberazione nazionale (Eln), definendolo un “atto terroristico contro i soldati colombiani”. In totale sono stati feriti 33 militari, di cui tre in condizioni serie, e tre civili, che invece sarebbero fuori pericolo.

Sul posto, come riferisce l’agenzia Ansa, si è recato anche il presidente Ivan Duque “per vigilare direttamente sulla situazione”. L’attentato sarebbe avvenuto alle ore 15:00 di ieri pomeriggio, portato a termine da due persone a bordo di un furgone bianco della Toyota, che sarebbero riusciti ad intrufolarsi nella base spacciandosi per dipendenti. Dopo aver abbandonato il mezzo hanno fatto esplodere l’ordigno al suo interno, causando ingenti danni. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, Berlusconi chiede partito unico del CDX
Nel bollettino del coronavirus sono stati registrati 1.255 nuovi casi di contagio con un aumento per quanto riguarda i numeri ma il numero dei tamponi effettuati nelle ultime 24 ore, 212.112, fa tornare il tasso di positività allo 0,6%, che è il più basso registrato dall’inizio della pandemia. Il miglioramento dei numeri si nota anche per quanto riguarda i ricoveri, che sono in calo di 32 unità per le terapie intensive, con un totale di 504 ricoverati, mentre nei reparti ordinari il calo registrato è stato di 132 unità ed il nuovo totale è 3.333 ricoverati. Aumenta invece il numero dei decessi, 63. A livello regionale la Sicilia è la regione con il maggior numero di casi, 200, con la Lombardia che segue con 182, la Puglia con 169 e la Campania con 136.
Ultime notizie, summit di Bruxelles: Unione Europea e Usa chiudono la guerra dei dazi

Si è tenuto a Bruxelles il vertice tra l’Unione Europea, rappresentata da Ursula von der Leyen e da Charles Michel, e gli USA con il presidente Joe Biden. Nel corso del vertice è stato affrontato il caso di quella che è conosciuta come la “guerra dei dazi” che ha causato problemi a molte aziende di vari settori commerciali. Al termine la decisione presa di comune accordo è quella di prolungare la “tregua sulle tasse” relative alle importazioni per ulteriori 5 anni. Anche l’economia del nostro paese, specialmente per quel che riguarda il settore alimentare ne era stata danneggiata ed ora può tirare un sospiro di sollievo.

Ultime notizie, report su variante Delta in UK

I dati relativi all’Inghilterra, relativi alla variante Delta del coronavirus, che sono stati diffusi in una nota da parte di Astrazeneca, confermano l’efficacia della IIa dose del vaccino anglo olandese, I dati sono quelli della PHE, l’autorità sanitaria britannica, che ha esaminato un notevole numero di casi, 14.019, tra i quali anche quelli di 155 persone che sono state ricoverate in ospedale. L’efficacia è stata misurata al 92% contro la variante Delta e all’86% contro la variante Alpha.

Ultime notizie, accelerata di Berlusconi sul partito unico di centrodestra
Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi sembra voler accelerare nella creazione di un partito unico di centrodestra, nel quale deve trovare posto anche il gruppo di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia. Con questo rilancio il leader azzurro vuole superare anche l’idea di Matteo Salvini, che in precedenza aveva parlato di una “federazione” tra i gruppi di centrodestra. Per Silvio Berlusconi l’unico gruppo che non dovrebbe confluire in questo nuovo partito unico è “Coraggio Italia” guidato dal sindaco di Venezia, Brugnaro, e dal governatore della Liguria, Toti. La proposta di Berlusconi è emersa durante un collegamento in streaming tra i componenti del suo partito e segue quella che alcuni giorni prima era stata fatta, con lo stesso scopo, da Antonio Tajani.
Ultime notizie, assalto ad un portavalori sull’Autostrada A1

Un assalto ad un portavalori, eseguito sull’Autostrada A1, nelle vicinanze di Modena, ha provocato scene da Far West, concludendosi fortunatamente senza feriti. I quindici rapinatori, che erano divisi in 2 gruppi, hanno agito con uno schema ben preciso e preso di mira il furgone, senza però riuscire nel loro intento dato che i vigilantes a bordo si sono rifiutati di aprire. Subito dopo è partita la caccia all’uomo per cercare di catturare i rapinatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA